Autismi & Autistici, News

Come fare a meno delle borsette di Wafaa con i papaveri di Tommy?

I papaveri rossi di Tommy sono diventati l’ornamento di fantastiche borsette. Avevamo detto che ci saremmo tirati su le maniche per ristrutturare il nostro atelier dei Cervelli Ribelli?

Ebbene la prima iniziativa potente viene proprio da Tommy: ha preso uno dei papaveri che aveva dipinto in un suo quadro e lo ha messo a disposizione di Wafaa Moukabil, una giovane designer che nasce Casablanca ma professionalmente si è formata in Italia.

Wafaa  ne ha ricavato l’ispirazione per il charm della nuova linea di minibag che porta il suo nome. Ha realizzato  dei fiori in pelle, dipinti a mano e firmati direttamente da Tommy, l’artista che li ha colti nel giardino dei suoi tanti pensieri ribelli.

Ogni borsetta Wafaa è un “contenitore di ottimismo” che porta punteggiature di colore in un orizzonte spesso troppo grigio e monotono. Oltre a essere realizzate artigianalmente con pellami di altissima qualità, le Wafaa sono soprattutto l’espressione tangibile del concetto di lusso consapevole.

Dietro ogni borsa c’è il lavoro creativo e silenzioso di persone che, per varie circostanze, sarebbero considerate “invisibili”. Quindi, scegliere una Wafaa significa sfidare i luoghi comuni dettati dall’apparire

Diventare una stilista è sempre stato il  sogno di Wafaa sin da piccola, nel suo paese d’origine però non ha avuto possibilità di realizzarlo. Al suo arrivo in Italia ha cominciato a studiare formandomi come modellista di abbigliamento presso l’Accademia Ida Ferri e come modellista di accessori presso l’Accademia Koefia.


                                                                                  Anna D’Anzi, Tommy, Wafaa, Letizia Maraini


Le borsette sono prodotte da Behuman che è un marchio nato nel 2018 dal sodalizio fra Letizia Maraini e Anna D’Anzi, con la mission di realizzare prodotti originali pensati e creati da persone che vivono in situazioni di difficoltà.

Nasce così una filiera di produzione totalmente made in Italy, formata da realtà artigianali e talenti “invisibili” ai quali, altrimenti, non sarebbe garantito un futuro lavorativo.

L’obiettivo di questo marchio  è che la qualità, la bellezza e la giustizia sociale, diventino il criterio di scelta nell’acquisto di un prodotto di moda. In questa visione di solidarietà e ricerca che l’azienda investe parte del suo fatturato nell’assunzione dei talenti a cui viene offerta un occasione per conquistarsi dignità e autonomia.

DA QUI POTETE ACQUISTARLE ANCHE ORA!

 


.

 

Da qui scarica comunicato stampa Borse Behuman

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook