Scuola & Tempo

I pensieri autistici sono gioielli

Sta continuando lo sviluppo del progetto “Cervelli Ribelli” con Marinella Levi e i suoi meravigliosi ragazzi del +Lab al Politecnico di Milano. Ci eravamo lasciati con Tommy che aveva scoperto la dimensione tridimensionale degli elefanti che disegna da sempre.

Oggi abbiamo fatto un passo avanti, da alcuni “graffiti” disegnati da Tommy e affidati a Giuditta Ravalli detta Gilli. La giovane ricercatrice ha realizzato come prima prova una linea di orecchini ricavati dai disegni di Tommy. A tutti gli effetti sono gioielli che Tommy ha immaginato e creato.


.


Ora su questo stiamo articolando un progetto vero che metterà in campo varie competenze. Vorremmo studiare il download dell’astratta creatività autistica in oggetti concreti di forte valore estetico. Gilli è una designer che sta sperimentando nuove dimensioni spaziali lavorando sulla stampa tridimensionale e su vari materiali.

Per me prendere in mano uno di quei monili è corrisposto al poter toccare un pensiero ballerino di Tommy. E’ come se quello che lui vede in realtà aumentata sull’orizzonte neurotipico condiviso, fosse stato teletrasportato fuori dalla sua dimensione parallela e  catapultato in un’aula universitaria, come quegli apporti che negli esperimenti spiritistici della fine 800, si attribuivano a “doni” che i trapassati inviavano dall’aldilà.

Cosa verrà fuori da questo esperimento? E’ presto per dirlo…Ma ora posso dire che il pensiero di un autistico può essere osservato nella sua dimensione della profondità.

.

 

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook