In Evidenza, News

Parla a Radio24 il padre dell’autistico abusato. Apriamo un dibattito con medici e giuristi


Oggi a Melog, il programma di Radio24 condotto da Gianluca Nicoletti, ha parlato il padre del ragazzo autistico abusato a Cuneo. Un racconto dettagliato che, senza entrare negli aspetti strettamente giuridici della vicenda, testimonia l’angoscia di un padre che gradualmente scopre di aver affidato suo figlio, non in grado di intendere e volere, è vittima di abuso sessuale da parte della persona di cui si era fidato. Giorno dopo giorno cerca di interpretare strane frasi del ragazzo e arriva alla certezza: l’abusatore confessa e si autodenuncia.

IL PUNTO DELLA PROCURA: L’AUTISTICO ABUSATO AVEVA UN RITARDO “MEDIO”. URGE UN DIBATTITO SULLE DIAGNOSI

Interviene anche Benedetta De Martis, Presidente Nazionale ANGSA. Occorre aprire un tavolo con giuristi e clinici per colmare questa lacuna nella nostra giurisprudenza. Chi definisce un autistico al 100% come persona capace di determinare scelte consapevoli nel campo delle relazioni sessuali? Basta una diagnosi che vagamente indica un ritardo mentale medio per stabilire la reale autonomia? Chi definisce in maniera oggettiva e definitiva quali siano le garanzie giuridiche di soggetti autistici di fronte a un reato penale? Il fatto che abbiano un amministratore di sostegno al posto dell’interdizione li rende teoricamente meno tutelati dalla legge se vittime di abuso?

Sono tutti temi sui quali “Per noi autistici” intende organizzare una giornata di aperta e competente discussione con magistrati, medici e famiglie. 


ASCOLTA LA PUNTATA DI MELOG DEL 9 NOVEMBRE

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook