Autismi & Autistici, News

Il sogno di Andrea che vede i teppautistici come X-Men

x-men-days-of-future-past_opt

Achille ha il potere di leggere nella mente, Giacomo il potere della superpotenza, Tommy il potere dell’ elettricità dai capelli, Benedetta il potere di suonare il tamburo e rompere tutto. Naturalmente infine Andrea, “capo non autistico” si prende la responsabilità della guida del drappello di super eroi autistici. Questo ha disegnato il bambino di  Massimiliano Sbrolla, che  ha seguito per un anno da vicino la produzione del film di cui il padre era regista, operatore, montatore, autista, attrezzista, tecnico delle luci ecc. Andrea si era già espresso con un tema sul teppautsimo, da cui abbiamo tratto il nostro promo.

 L’ autistico non può deluderti e non può neanche prenderti in giro come gli altri amici…

A forza di vedersi attorno quei giganti a cui lui arriva alle ginocchia, Andrea ha immaginato i protagonisti di “Tommy e gli altri” come dotati di superpoteri. Tra le tante fanta letture sugli autistici prodigiosi quella di Andrea è tracciata con la straordinaria leggerezza dell’ occhio di un bambino, che la rende straordinariamente iperbolica e divertente.

Andrea ha intuito che la chiave di lettura di Tommy e gli altri è esattamente quella su cui si fonda la saga degli X-Men della Marvel Comics. I mutanti sono esseri eccezionali, ma devono nascondersi perchè l’ umanità li considera dei mostri, anche loro però nonostante i poteri hanno un senso di psicologica inferiorità verso il mondo dei normotipici. L’ intuizione più commuovente è però l’ identificazione ideale di Andrea di se stesso come capo “non autistico” del drappello dei forzuti mutanti.

Andrea ha capito prima di ogni “esperto” che almeno uno del gruppo deve avere la testa sotto controllo, esattamente come il Professor X, fondatore degli X-Men, che è telepate e conoscitore di ogni branca della scienza. E’ vero Andrea, i nostri ragazzi hanno grandi superpoteri, ma ci vuole cuore e fantasia per accorgersene. Possono però usarli solo se qualcuno non autistico come te, che li ha studiati conosce bene, si prende la responsabilità di non lasciarli mai soli.

LA GALLERY DEGLI X-MEN TEPPAUTISTICI DI ANDREA

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook