Fanta-autismo, News

Le (non) risposte del Comune di Roma sul Casale delle Arti, era una speranza per noi autistici

5e990b09-4394-4ac7-9eb3-f8a05ce6a83d

A volte è necessario vedere con i propri occhi l’atteggiamento delle istituzioni rispetto all’esistenza dei nostri ragazzi autistici. Capiamo che in questo momento al Comune di Roma abbiano ben altre gatte da pelare. Vorrei comunque proporre, senza commento, il video streaming delle (non) risposte in Assemblea Capitolina all’interrogazione del 3 novembre 2016 della Consigliera Valeria Baglio, il tema a noi molto caro era  la  richiesta del Miur di poter iniziare un’attività sperimentale di inclusione di ragazzi autistici in un casale di proprietà del Comune, destinato a usi sociali.

All’ interrogazione (non) rispondono l’assessore al Patrimonio Andrea Mazzillo e l’assessora ai servizi sociali Laura Baldassarre.

TUTTI GLI ARTICOLI PRECEDENTI

 DI QUESTO SI PARLA…

Aggiornamento ore 14.00 

PATRIMONIO, BAGLIO (PD): NESSUNA RISPOSTA VALIDA A INTERROGAZIONE SU PROGETTO MIUR PER CASALE DELLE ARTI Un Casale di proprietà comunale per il quale il MIUR ha da tempo presentato un progetto pilota e che da marzo dello scorso anno attende una risposta dall’Amministrazione capitolina. Sul Casale delle Arti, o Casale Gomenizza, che si trova nel quartiere Prati alle spalle della Rai di via Teulada, e che risulta vuoto da anni, si è interessato anche il Municipio I con diverse lettere al commissario Tronca e poi alla Sindaca Raggi, per sottolineare la rilevanza del progetto. Al centro dell’iniziativa del Ministero, patrocinata dal Municipio del Centro Storico, un centro urbano aperto ai cittadini e l’inclusione dei ragazzi neurodiversi e autistici con attività tra le quali il giardinaggio e altre iniziative utili ai ragazzi e alla collettività. “Sono rimasta sconcertata dalla risposta in Aula di ben due assessori, Mazzillo e Baldassarre, che comunque voglio ringraziare per essere almeno venuti in Aula”. Così la consigliera dem Valeria Baglio, che in Assemblea Capitolina ha presentato una interrogazione a novembre 2016 sul Casale, alla quale è stata data riposta oggi in Aula Giulio Cesare. “Alla mia richiesta di una risposta di tempi certi hanno solo saputo ribattere con quello che ormai è un triste slogan di questa maggioranza: “Stiamo lavorando”. Eppure, sarebbe ora che si svegliassero dal torpore delle loro beghe interne per dare risposte alla città, più che urgenti su temi come questo. Perché ci sono famiglie in difficoltà, per le quali un tale progetto rappresenta davvero una speranza nella gestione quotidiana di ragazzi, per i quali le Istituzioni devono poter fare qualcosa di duraturo e importante”.

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook