Autismi & Autistici

Brioche, il primo cane guida per autistici in Europa. Con Martina, amore a prima vista

574


Martina ha 20 anni, la sua diagnosi è, tecnicamente, “disturbo generalizzato dello sviluppo”. E vanta un primato importante: il primo cane guida per autistici in Italia. Si chiama Brioche, è un bel cane nero, con un carattere dolce e mansueto, di nazionalità francese.

Martina ha difficoltà nell’ interazione sociale e nella comunicazione, fatica ad accettare i cambiamenti – ci racconta la mamma, Sabrina Brianza – Attualmente frequenta un centro diurno milanese (Cdd Ferraris), specializzato in autismo giovanile. All’interno di questo centro, svolge anche attività sportive (riabilitazione equestre, nuoto, judo) e attività volte a sviluppare l’autonomia.

Brioche è stata per lei e per la sua famiglia una scoperta e una svolta.

Durante una trasmissione Sky, sono venuta a conoscenza della fondazione Amici della Fondation Frédéric Gaillanne – Mira Europe Italia ”. Una fondazione che ha come ‘mission’ quella di donare a giovani con disabilità motoria, sensoriale o mentale dei cani guida addestrati. “Sono stata profondamente colpita dall’intervista fatta al fondatore Eric Saint Pierre – racconta ancora mamma Sabrina – in cui spiegava gli effetti benefici della presenza di un cane per i soggetti autistici. Così, dopo aver preso contatti e raccolto informazioni, ho fatto domanda alla Fondazione europea presente in Francia, a L’Isle sur La Sorgue (Provenza). Ho contattato il presidente Frédéric Gaillanne e sua moglie, direttrice della Fondazione francese, Chantal Roubaud. Poiché anche loro, in stretto contatto con la Fondazione canadese, desideravano intraprendere questa iniziativa in Europa, dove fino a quel momento avevano addestrato cani solo per adolescenti non vedenti. Hanno quindi deciso di finanziare un cane capace di assistere Martina”.


234_1024x768


Così, da oltre un anno, Brioche è compagna inseparabile di Martina.

L’abbiamo scelta, insieme a Martina, a Montréal, tra diversi cani addestrati per questo scopo. Il primo incontro è stato amore a prima vista: Martina alla vista del cane ha subito sorriso e Brioche si è subito posizionata a terra, per ricevere le sue coccole. Abbiamo poi trascorso una settimana a Montréal, all’interno della Fondazion,e per seguire l’affiancamento e imparare a gestire il cane. Martina ha partecipato a queste sessioni insieme a me.

Brioche è il primo cane guida per l’autismo in Europa, in Francia è stato consegnato il secondo nel 2016. E l’esperimento pare perfettamente riuscito.

Il rapporto tra  Martina e Brioche è soprattutto di affetto. Martina cerca sempre la presenza del cane e quando le lascio da sole in casa, Brioche è sempre accanto a lei. Brioche è dotata di una pettorina, con la quale Martina può “portare” il cane insieme alla sua mamma. Quando Martina è molto nervosa, uso Brioche come terapia, usciamo insieme al cane e subito si calma. Da quando è arrivata Brioshe, Martina ha ridotto i comportamenti stereotipati e le crisi d’ansia. E’ notevolmente migliorato anche il sonno.


253_1024x768


Il cane, naturalmente, ha un costo, tutt’altro che irrisorio: 25mila euro, finanziate interamente dalla Fondazione Frédéric Gaillanne. “Ora, sarebbe bello trovare donazioni e sponsor per proseguire con questa splendida iniziativa”.

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook