Fanta-autismo, News

La panzana dei vaccini e l' autismo non può avere il sostegno del Senato


Bartolomeo Pepe è un Senatore della Repubblica. Il Senatore Pepe ha organizzato al Senato, nella sala di Santa Maria in Aquiro, una proiezione in anteprima europea di “Vaxxed – from cover up to catastrophe”, un documentario diretto da Andrew Wakefield. il medico che ha detto il falso riguardo a una sua ricerca sulla correlazione tra vaccini e autismo. Il Presidente del Senato Pietro Grasso, quando la notizia ha iniziato a produrre reazioni dopo che è stata divulgata da Repubblica ha preso le distanze. In un comunicato ha dichiarato: ”Condivido pienamente il timore sui danni alla salute che potrebbero essere provocati da teorie improvvisate e respinte dalla comunità scientifica internazionale e, senza alcun intento censorio, proverò a convincere gli organizzatori a valutare i possibili rischi per i cittadini di campagne antiscientifiche e di disinformazione come questa.”

Il Presidente Grasso sicuramente avrà anche saputo che quel film è stato rifiutato dal Tribeca Film Festival di Robert de Niro, che pure lui come me ha un figlio autistico e ha valutato quanto possa essere pericoloso continuare a rafforzare il credito dell’esistere di una scienza medica “alternativa”, sostenuta da illuminati benefattori dell’umanità perseguitati da biechi potatori di interessi economici.

In effetti è noto in tutto il mondo che la ricerca di Wakefield., basata su 12 bambini, è stata smentita dalla comunità scientifica, Wakefield è stato obbligato a ritirala ed è stato radiato dall’ordine dei medici. Si è poi scoperto che aveva depositato il brevetto di un nuovo vaccino alternativo e quindi era nel suo interesse screditare quelli attualmente in uso. Ora la stessa persona continua, nella nuova veste di regista, a sostenere come verità il rapporto tra vaccinazioni e autismo. Tesi ampiamente e radicalmente smentita dalla comunità scientifica internazionale.

E’ grave che un Senatore si debba rendere protagonista di un endorsement così sfacciato di un falso conclamato. E’ gravissimo che questo debba avvenire nella sala di Santa Maria in Aquiro del Senato Italiano. Lo scrivo assumendomene ogni responsabilità, lo scrivo come padre di un ragazzo autistisco, ancora di più come  giornalista che ben conosce gli effetti disastrosi che stanno producendo nel nostro paese le false teorie di  Wakefield. Ho girato l’Italia e ho documentato la colpevole disinformazione in campo scientifico che ancora permette a medici di somministrare terapie illusorie per “guarire” l’autismo dagli effetti delle vaccinazioni.

Ci sono centinaia di famiglie che ancora credono che l’autismo del loro figlio sia provocato dal vaccino, ancora spendono soldi ed emotività in terapie totalmente inutili se non dannose, come chelazioni, diete disintossicanti o fantasiose cure a base di staminali in centri clandestini, con l’illusione di “togliere i veleni” dei vaccini e far regredire l’autismo. Che questo ancora avvenga in un paese civile rappresenta un crimine. Quei ragazzi e quelle famiglie stanno inutilmente perdendo tempo prezioso ricorrendo a l’equivalente di sciamani e guaritori, l’autismo se trattato precocemente con interventi terapeutici di tipo comportamentale, o che comunque abbiano evidenza scientifica, può permettere livelli di autonomia tali da consentire ai soggetti delle vite molto più dignitose e soprattutto socialmente incluse.

Non possiamo che esprimere gratitudine al Presidente del Senato Pietro Grasso per aver fatto sentire la sua autorevolezza in questa circostanza. Il Presidente Grasso avrà valutato quale sarebbe stato l’impatto negativo nelle famiglie dell’avallo istituzionale di una menzogna scientifica, soprattutto in persone già molto fragili perché provate dalle quotidiane e immense difficoltà di doversi occupare di un figlio “speciale” in un paese molto poco sensibile averso la neurodiverstà in genere, ma assolutamente molto “ignorante” sull’autismo.

Nella piena consapevolezza che ognuno abbia diritto di esprimere le proprie opinioni, non è giustificabile che il Senato Italiano possa essere frainteso come luogo di sostegno di un falso scientifico. Sarebbe stato per lo meno opportuno che alla proiezione del film, a cui pare debba partecipare via streaming lo stesso Wakefield, possa essere almeno associato l’intervento autorevole di un rappresentante della comunità scientifica che ne spieghi il reale contesto.

NOI DI VACCINI ABBIAMO PARLATO IN QUESTI ARTICOLI

Come si alimenta la favola del perseguitato… Questo video sta girando su Youtube con la didascalia: VAXXED: intervista al produttore del film , Del Bigtree , censurata da ABC World News. Guardatevela se vi fa piacere…Ma quale censura ai Vanna Marchi dei vaccini cattivi….


PS delle 0re 22.00

Mi è stato confermato che l’ incontro non ci sarà. Meglio così, almeno in Senato non troverà posto la fantamedicina-ho pensato…Poi ho letto questo:

Il 29 settembre sbarca al Senato la medicina alternativa  

L’intervento di Grasso è stato accolto con favore, ma non è servito a spegnere del tutto le polemiche che stanno travolgendo il Senato. domani, infatti, nella sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro, si terrà un incontro sulle medicine alternative che non incontra il sostegno della comunità scientifica. «Favorendo la diffusione di falsa medicina e superstizioni si confonde e danneggia il cittadino, si fa cattiva informazione e si favoriscono i privati che vendono illusioni alla popolazione», è la presa di posizione di Salvo Di Grazia, ginecologo all’ospedale di Vittorio Veneto e fondatore del blog Medbunker, su cui si occupa di denunciare le bufale in campo scientifico.  Promosso dal senatore Maurizio Romani, omeopata toscano espulso dal Movimento 5 Stelle e attualmente vicepresidente in commissione Sanità a Palazzo Madama, l’incontro si prefigge lo scopo di favorire l’introduzione nel sistema sanitario nazionale di alcune pratiche mediche alternative: omeopatia, ayurveda, chiropratica, osteopatia e medicina antroposofica.

 

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook