News, Terapie & Ricerca

Premio per la migliore tesi sull'autismo istituito dall'AIRA. I dettagli per partecipare.

tesi autismo

Un premio per la migliore tesi di Laurea sull’autismo: lo ha istituito l’AIRA, Associazione Italiana Ricerca Autismo (AIRA), grazie alla donazione ricevuta dalla casa editrice Erickson per supportare la ricerca. Tutti i laureandi che alla data del 30 settembre non abbiano ancora compiuto 28 anni e sono intenzionati ad approfondire i propri studi sull’autismo possono partecipare. Vi diciamo come.

1500 euro e la pubblicazione di un estratto sulla rivista scientifica Autismo e disturbi dello sviluppo. Giornale italiano di ricerca clinica e psicoeducativa, questo il bottino garantito dall’AIRA che, insieme alla casa editrice Erickson, è riuscita ad istituire il premio per la migliore tesi di Laurea sull’autismo.

La casa editrice trentina ha avviato una raccolta fondi per supportare la ricerca sui temi a noi cari e questo è un primo importante risultato per sensibilizzare i giovani studenti, ricercatori e professionisti del futuro.

Il premio è infatti riservato a tutti i laureandi che, alla data del 30 settembre 2016, non abbiano ancora compiuto 28 anni e non abbiano ancora discusso la tesi.

Per partecipare è necessario inviare il titolo, l’abstract e l’indice della propria tesi a convegnoaira@gmail.com entro il 3 ottobre. Per l’invio utilizzare esclusivamente l’estensione formato.pdf. La scadenza del concorso è il 3 ottobre 2016.

Il Comitato Scientifico valuterà gli abstract e ne comunicherà l’esito entro il 10 ottobre 2016.

Nel corso del V Convegno Internazionale Erickson “Autismi. Risposte per il presente, sfide per il futuro”, in programma a Rimini il 14 e 15 ottobre 2016, saranno proclamati i vincitori.


convegno erickson
L’AIRA è nata proprio per supportare la ricerca scientifica “evidence based” sui Disturbi dello Spettro Autistico e si propone tra gli obbiettivi principali quello di: promuovere una cultura della ricerca dell’autismo in Italia e donare a ricercatori che ne fanno richiesta fondi annuali per progetti ritenuti meritevoli dal comitato scientifico. La ricerca è fondamentale per aumentare le conoscenze e studiare nuove terapie e strumenti per migliorare la qualità della vita dei nostri ragazzi, ben venga un incentivo in più per promuoverla.

VAI ALLA PAGINA DEI CONTRIBUTI AIRA PERNOIAUTISTICI

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook