Autismo nel mondo, Fanta-autismo

"Faccia stare zitta sua figlia!". Non solo i teppautistici disturbano

Yasmin con i genitoriYasmin non è #teppautistica, ma per quello che ha dovuto sopportare, insieme alla sua famiglia, potrebbe tranquillamente esserlo. Perché è proprio quel che accade spesso, troppo spesso, a ogni #teppautistico che si rispetti. In poche parole: ha un “comportamento problema“. In una parola sola: disturba. Soprattutto chi è in vacanza e vorrebbe rilassarsi soprattutto chi vorrebbe riposare, soprattutto chi il baccano proprio non lo sopporta. E allora poco importa se non c’è niente da far, se quella crisi non si può calmare, se è più forte della forza di volontà amorevole e tenace di ogni genitore. Il fastidio prende corpo e trova espressione in lamenti, borbottii, dapprima sommessi, poi sempre più roboanti. Fino all’insulto.


 

yasmin aereoIl fatto, in breve: sul volo Ibiza-Manchester ci sono, tra i passeggeri, la piccola Yasmin e la sua famiglia. Yasmin ha otto anni e una disabilità dal nome difficile – sindrome di Sturge-Weber – e dalle conseguenze ancor più complicate: tra queste, reazioni emotive incontrollate. Come quella che ha colto Yasmin durante la traversata: agitazione, grida, la bambina non riusciva a calmarsi. Né ci riuscivano i genitori, che pure ci provavano. I passeggeri però non solo non cercavano di aiutarli, ma si lamentavano, in tanti, per il rumore e il fastidio provocato dalla bambina, la cui disabilità, evidentemente, non era ben visibile. “Falla stare zitta!”, gridava allora una signora, chiedendo di bloccare la bambina. E a nulla sono valse le scuse e le spiegazioni della mamma, che ha cercato di far presente le condizioni della figlia.


post nicola

Arrivato a casa, il padre Nicola si è però almeno tolto la soddisfazione di dare  sfogo a tutta la sua tristezza, mista a indignazione, scrivendo un post e pubblicando le foto della passeggera insofferente:

Il suo comportamento non è stato affatto d’aiuto, difficile riuscire a calmare una bambina che soffre di ansia in una situazione del genere. Spero che i social media mi aiuteranno a ritrovarla per farle sapere che la piccola bimba disabile di 8 anni alla fine in serata è stata trasportata in ospedale da un’ambulanza perché stava veramente male
Siamo rimasti veramente scioccati dal modo in cui si è rivolta a noi. E’ stato orribile. Era chiaro che c’era qualcosa che non andava con la piccola, avrebbe potuto chiederci il favore di calmarla in maniera più gentile ed educata

Il posto di Nicola, pubblicato sul suo profilo Facebook e rilanciato da un giornale on-line britannico, sta facendo il giro del mondo, suscitando indignazione e solidarietà. La speranza è che abbia raggiunto anche la signora a cui è indirizzato. E che, magari, l’abbia fatta un po’ pentire…

 

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook