News, Scuola & Tempo

Prima giornata alle Olimpiadi per gli 8 autistici spadaccini a Rio

IMG-20160810-WA0003


 

I nostri otto ragazzi assieme ai loro accompagnatori hanno trascorso la prima giornata assieme agli atleti impegnati nelle gare e raccontano la loro esperienza. E’ per loro un momento altamente formativo, sono alloggiati in quattro appartamenti e divisi in gruppi. Ogni giorno sono stimolati all’autonomia, da quando si alzano alla mattina a tutte le varie fasi della loro intensa giornata. Il progetto Rio 2016 interessa i ragazzi seguiti da Neuropsichiatria Infantile del bambino Gesù, i ragazzi sono allievi del Neuropsichiatra Luigi Mazzone che è a Rio come “Mental coach” della Nazionale Italiana di spada durante i Giochi della XXXI Olimpiade in Brasile. Con loro anche i neuropsichiatri Stefano Vicari, Giovanni Valeri e le psicologhe Laura Fatta, Giulia Giovagnoli e Lavinia De Peppo, la maestra di scherma Irene Ive.

 


GUARDA IL VIDEO DIARIO DELLA PRIMA GIORNATA


 

GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA PRIMA GIORNATA

 


   

Guarda la precedente puntata del diario degli otto ragazzi e ragazze #teppautistici/che alle Olimpiadi di Rio 

Gli 8 autistici spadaccini sono atterrati a Rio

 

 

“Il progetto Rio 2016 è un’iniziativa dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in collaborazione con Accademia Scherma Lia e Progetto Aita Onlus. Gli otto ragazzi volati in Brasile sono infatti seguiti – sia durante l’anno sia durante quest’avventura – dalla Neuropsichiatria infantile dell’Ospedale e frequentano l’Accademia dove sono stati avviati alla pratica della scherma”.

 

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook