News, Terapie & Ricerca

Un nuovo libro di Mazzone sulle comorbidità nell'autismo

foto 1

Psychiatric Symptoms and Comorbidities in Autism Spectrum Disorder edito Springer è il titolo del nuovo testo scientifico scritto da Luigi Mazzone, con la collaborazione di Benedetto Vitiello, suo collega che lavora al National Institute of Mental Health di Bethesda (US),  e in particolare con il contributo del gruppo della neuropsichiatria infantile del Bambino Gesù di Roma.

Guarda  il pdf con l’ indice del libro

Il libro, scritto in inglese, è un manuale tecnico che affronta il problema delle comorbidità e dei sintomi psichiatrici associati all’autismo che spesso incidono negativamente sia sul funzionamento sociale che sulla qualità di vita.

Succede spesso che l’autismo attua un azione di “mascheramento diagnostico” rispetto ai sintomi psichiatrici che non vengono adeguatamente riconosciuti.
Cosa vuol dire “mascheramento diagnostico”? Vuol dire che tutto viene scambiato per autismo e non si va oltre quello che alcuni sintomi possono significare
Infatti bisogna sempre pensare che al di là dell’autismo esiste una persona con emozioni e debolezze come tutti, e che come tutti può avere per un periodo un umore depresso, un quota d’ansia più elevata oppure un problema attentivo che incide sul rendimento scolastico o lavorativo.
Per esempio in alcuni casi sintomi di agitazione psicomotoria possono essere la spia di una paura o di un’ansia oppure di un periodo di particolare tristezza.
Saper riconoscere e quindi trattare tali sintomi può incidere in modo significativo sul benessere della persona autistica e della sua famiglia.
Una dedica particolare nelle prime pagine per la moglie di Mazzone, la ricercatrice Lia Vassena, scomparsa a settembre 2015, che ha sempre sostenuto  il marito nel suo lavoro e che ha visto nascere l’idea e in parte la realizzazione di questo libro.

liadedica

gigimazzoneLUIGI MAZZONE è medico e ricercatore in neuropsichiatria infantile presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Ha lavorato dal 2005 al 2006 al National Institute of Mental Health di Bethesda (Washington) e, dopo aver vinto la «Alexander Bodini Fellowship», dal 2006 al 2009 alla Division of Child and Adolescent Psychiatry della Columbia University di New York, partecipando a studi di risonanza magnetica su bambini e adolescenti affetti da disturbi dello sviluppo. E’ Autore di numerose pubblicazioni su prestigiose riviste scientifiche internazionali e vincitore del bando di ricerca finalizzata 2009 del ministero della Salute, attualmente svolge attività clinica e di ricerca prevalentemente nel campo dei disturbi dello spettro autistico e dei disturbi esternalizzanti dello sviluppo.

A marzo 2015 ha pubblicato per Mondadori  “Un autistico in Famiglia” utilissimo sostegno per i genitori di soggetti autistici in cerca di riferimenti certi per i loro figli,
È fondatore e presidente del Progetto Aita Onlus, con cui ha elaborato un modello di campi estivi (summer camp Aita), esteso a tutta Italia, per l’integrazione dei bambini e degli adolescenti affetti da autismo. È socio fondatore e membro del comitato scientifico dell’Associazione italiana ricerca autismo (aira). E’ naturalmente cittadino di Insettopia ed è tra i nostri punti di riferimento scientifici. Soprattutto ogni giorno visita decine di ragazzi autistici o con problemi neurologici di vario tipo.
Tra l’ altro Mazzone è “Mental coach” della Nazionale Italiana di spada maschile in quanto ex atleta che ha tirato in Nazionale. Accompagnerà la squadra italiana alle Olimpiadi di Rio de Janeiro ad Agosto.

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook