Autismi & Autistici

Il teppautistico al concerto dei Coldplay era davvero commosso?

bambino concertoLa commozione del #teppautistico fa venire i brividi alla rete. E diventa collettiva, questa emozione così privata: che poi non si sa neanche se sia davvero commozione. Però fa riflettere quanto sta accadendo con il video del bambino #teppautistico al concerto dei Coldplay, il 16 aprile a Città del Messico. Sulle note di “Fix You”, il bambino scoppia in lacrime. E continua a piangere fino al termine della canzone. Piange. Si agita e piange. Accanto a lui, pure papà Luis piange e pare incitarlo, incoraggiando quell’emozione a venir fuori.

Poi torna a casa, il papà, e pubblica il video su YouTube. “Algo que mi esposa y yo decidimos ahora sí compartir al mundo entero.Tienen que verlo! Lo dice todo! You guys #coldplay please need to see this!“. Che vuol dire: “Qualcosa che mia moglie e io abbiamo deciso di condividere con il mondo intero. Guardatelo, dice tutto!”. Poi tagga i Coldplay. Ed è subito virale.

Su YouTube le visualizzazioni ora sfiorano i 2 milioni

coldplayE poi naturalmente i Colplay rispondono presto all’appello: ritwittano il video, con un saluto in spagnolo a papà Luiz e al suo “bel figlio”. E quel tweet vale 18 mila “Mi piace” e oltre 12 mila ritweet.
Che vuole dire fare il giro del mondo. E finire sui giornali, stranieri e italiani: qui da noi Il Corriere della Sera, La Stampa, Il Giornale ne parlano, per citare solo i più grandi. E ricorrono nei titoli parole come “struggente”, “meraviglioso”, “commuove”, “emoziona”. Parole come caramelle, quando parlano di #teppautismo.

Allora ne parliamo anche noi, ma azzardando due domande, perché ci piace sempre scartare le caramelle e smorzare gli entusiasmi, quando non ci convincono fino in fondo. Eccole qui, ciascuno risponda, possibilmente ad alta voce. Magari sui nostri social.

  1. Era commozione, quella del bambino? Chi l’ha deciso? E se fosse paura, angoscia, fastidio?
  2. Qualsiasi emozione fosse, è lecito che divenga di dominio pubblico? E’ giusto che l’emozione di un #teppautistico, fosse anche la più intima e personale, diventi notizia e notizia virale?

Lo chiediamo a voi e lo chiediamo anche a papà Luiz. E magari anche ai Coldplay. Anzi, ai #Coldplay.

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook