News, Scuola & Tempo

A Ostia lo sportello gratuito per i genitori dei teppautistici

sportello-psicologico Le associazioni di mamme ormai spuntano come funghi: si occupano un po’ di tutto, dall’allattamento allo svezzamento, dai mille modi per “portare” un bebé allo yoga da fare con il neonato, dalle attività culturali alla socialità, dal coworking al cinema, la danza, lo sport. Rigorosamente per mamme e tra mamme. E’ però la prima volta, o quasi, che un’associazione CULTURALE rivolge la sua attenzione all’autismo. E non si tratta di mamme di #teppautistici, che spesso e volentieri mettono in piedi gruppi e associazioni per confrontarsi, sostenersi, condividere o semplicemente sfogare. No, MammaCare è un’associazione culturale romana, anzi di Ostia, che si occupa di “genitorialità” in genere e propone attività come lo sportello “Cicogna amica” o il gruppo “Compagne di pancia”, o il servizio “Sos genitori”. Adesso però, tutti i mercoledì, dalle 9.30 alle 13, tengono aperto lo sportello “Autismo: cosa fare”, con l’aiuto dell’associazione Progetto Aita onlus.

“In teoria lo sportello apre da oggi, 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale. Ma abbiamo già ricevuto una persona, un ragazzo di 18 anni con lamammacare mamma – ci racconta Giuliana Mossolani, la psicoterapeuta che per l’associazione gestirà lo sportello – Non offriamo sostegno o consulenza, ma informazioni pratiche relative a questioni come la 104, il sostegno scolastico, i centri diurni nella zona. Il nostro obiettivo è informare, mediando tr risorse del territorio e famiglie: perché ci siamo rese contro che tanti genitori non sanno nulla. Il ragazzo che abbiamo ricevuto nei giorni scorsi è arrivato a 18 anni senza la 104! Colpa della disinformazione e anche sui pregiudizi che avvolgono certe risorse, le quali invece andrebbero valorizzate. Come la 104, appunto”. Tutto questo, l’associazione lo farà gratuitamente, cercando di rispondere così ai bisogni di chi non può permettersi né la spesa di un servizio privato, né l’attesa di un servizio pubblico. Alle ragazze di MammaCare e agli amici di Aira, i nostri migliori auguri.

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook