Archivio, Autismi & Autistici

Il 2 aprile mamme speciali a Radio24

mamme

 

QUI PER ASCOLTARE LA PUNTATA!!!

Il due aprile  parlerò d’ autismo dai microfoni del mio programma a Radio24. Darò voce a delle mamme, presenterò solo storie di madre di ragazzi speciali. Nessuna di loro ha preso medaglie, nessuna si è conquistata le pagine dei giornali, nessuna è stata ospitata da talk show televisivi. Diranno semplici cose della loro giornata, dei loro pazzerelloni irrequieti, di quello che sentono dalla gente che le circonda, quello che immaginano sarà quando passerà ancora tempo. L’autismo più diffuso è fatto di questo: giornate affannate, nottate d’ angoscia, un problema fisso a cui ci si abitua, come al fatto che a una certa età ci si metta gli occhiali o passi la voglia di saltare le staccionate. Farò loro tre semplici domande, a tutte le stesse tre domande che sintetizzano l’ inizio e la fine di ogni scorribanda per le strade della nostra vita, passata come  perenni sentinelle dei nostri stralunati e inconsapevoli carcerieri.

TRE DOMANDE CHE FARO’ ALLA RADIO

1) Quando e come hai avuto la certezza del problema  di  tuo figlio ?

2) Quante  persone ti stanno vicino nell’accudimento di tuo figlio?

3) Hai pensato al futuro di tuo figlio quando tu non ci sarai più? 

 Sono le tre domande su cui costruiremo Insettopia, le risposte portano a pensare all’ urgenza di una cultura sull’ autismo in Italia, a una diagnosi precoce che sia obbligatoria per legge ( Vedi la battaglia delle sorelle Colombo). A un ripensamento totale delle risorse dedicate agli autistici e le loro famiglie, ottimizzando e indirizzando le risorse pubbliche, immaginando modelli di aggregazioni familiari che possano funzionare come piccole aziende. Ancora di più far passare una previdente tutela giuridica del futuro dei nostri figli “dopo di noi”, dobbiamo pensarci ora, fino a che abbiamo forze  e non siamo del tutto rincoglioniti. Poi non ci penserà nessuno per noi.

 Sono grato a Radio24, da anni è sempre vigile e attenta al mondo dell’ autismo e mi ha sempre appoggiato in tutte le mie battaglie. Grazie colleghi!

 

ALCUNE MIE TRASMISSIONI ALLA RADIO SUL TEMA DELLA DISABILITA’

 Aggiornamento ore 18.00

poco dopo aver pubblicato il post una mamma mi ha mandato questa foto a commento…Solo chi ha figli speciali può capire. E’ la risposta al solito atteggiamento commiserevol-pietistico che tutti noi odiamo. Non siamo santi, non siamo eroi, non siamo prescelti…Vorremmo qualche volta farci una bevuta, un balletto e una cantatina…Nonostante tutto!!!

unnamed

…..

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook