Archivio

E' ora di sfatare le troppe mitologie sull' autismo

9fd7904a388a488789cce12ebbc2a649_XL

Martedì 2 aprile 2013 In occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, a Melog su Radio24 farò  una puntata speciale per informare su questa sindrome, tanto diffusa quanto poco conosciuta. Mi sono accorto che in troppe occasioni i media si facciano megafono di inesattezze, se non totali baggianate su questa patologia. Mi sembra utile quindi dedicare una   trasmissione di servizio a questo tema  per   sensibilizzare le istituzioni al problema, informare le famiglie spesso lasciate a se stesse,  aiutare a far crescere una cultura d’informata consapevolezza, sfatando leggende, false teorie e farneticazioni che spesso circolano attorno all’autismo.

L’ autismo oltre a una malattia è un problema sociale, oltre 400.000 famiglie in Italia hanno a che fare con soggetti autistici, quando questi diventano adulti scompaiono, sono fantasmi, per loro non è prevista nessuna forma di tutela. Ancora è difficile avere diagnosi precoci, esistono poche possibilità di formare terapisti capaci di trattare con efficacia percorsi di abilitazione. Purtroppo la conoscenza dell’autismo nel nostro paese è ancora frammentaria e imprecisa.

Chiamerò a parlare esperti neuropsichiatri, genetisti, rappresentanti di massimo livello scelti tra quanti operano in Italia con criterio scientifico nel campo dell’ autismo. Interverranno tra gli ospiti il Prof. LUIGI MAZZONE Ricercatore  del Bambino Gesù si occupa di neuropsichiatria infantile; il prof CARLO HANAU docente di Programmazione e organizzazione dei servizi sociali e sanitari all’Università di Modena e Reggio Emilia e membro del comitato scientifico dell’Angsa (Associazione nazionale genitori soggetti autistici). ELENA MAESTRINI, Docente di genetica all’Università di Bologna, da 15 anni studia l’autismo, è coinvolta nell’Autism Genome Project. Il Dott.MAURIZIO ARDUINO, Responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger di  CUNEO

Ho qui già parlato delle “stregonesse dell’ autismo” di cui ho avuto da chi mi scrive notizia e segnalazione, come la storia  di una psicanalista che ha “in cura”(?)  un ragazzo autistico. La madre spende cifre assai considerevoli in un trattamento totalmente inutile, mi è stato detto che lui si strappa tutti i capelli e la “dottoressa” dice alla famiglia che è un bene perché così si libera dalla tensione. Una psicanalista che dice una cosa simile di un autistico (che non le compete come paziente) andrebbe radiata dall’ordine, ma spesso è ordinaria amministrazione, c‘è anche chi si fa pagare parcelle di 800 euro per mettere l’ autistico in una stanza vuota e limitarsi a osservarlo.  Sull’ autismo in Italia regna l’ ignoranza e molti ne approfittano.

Ne sento di tutti i colori ora che vengo preso come un interlocutore informato, non perchè  millanti di esserlo realmente, ma solo perché ho raccontato in un libro come passo il mio tempo con mio figlio. Ho saputo di laureati in lettere che prescrivo farmaci, somministrano diete, fanno diagnosi. Ho saputo di famiglie spolpate, di madri illuse, di ragazzi inutilmente stressati. Ne scriverò quando avrò certezza e  fonti verificabili. Chi ne avesse mi scrivamiofiglioautistico@gmail.com o intervenga martedì a Melog chiamando in diretta al numero verde 800240024.

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Informazioni sull'autore

Articoli Correlati

Commenti Facebook